Uno sguardo sui tetti di Genova

Osservare la città da Spianata Castelletto

Suspendisse eleifend pellentesque lacus. Cras a diam magna. Mauris eget lacus lacinia, imperdiet sem vel, convallis magna. Aliquam efficitur bibendum nulla, a aliquam orci accumsan porta. Morbi id porta ligula, quis luctus arcu. Pellentesque tincidunt diam elit, a feugiat est tempus id. Pellentesque a orci venenatis, pulvinar leo imperdiet, finibus enim. Aenean et neque ipsum. Etiam in laoreet mi, nec elementum metus. Etiam pharetra, tortor vel pharetra lacinia, purus est vestibulum est, ut scelerisque tortor felis porttitor nibh.

Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas.

Spianata Castelletto - Ascensore
L’ascensore in stile Liberty che porta a Spianata Castelletto

Castelletto,
una terrazza su Genova

Dal Belvedere di Spianata Castelletto è possibile ammirare una delle più incantevoli viste sul centro storico di Genova. Tra il fitto intrico dei tetti svettano numerosi campanili, che creano un suggestivo contrasto con le gru del porto che si intravedono all’orizzonte.

La nostra attenzione è subito catturata dal campanile della basilica di San Lorenzo, la cattedrale della città. Questa stupenda costruzione racchiude in sé due stili architettonici differenti: la sua costruzione è iniziata nel 1100 nella fase romanica, mentre la facciata è stata ricostruita successivamente in stile tipicamente gotico. 

Castelletto - panorama Genova
Panoramica da Spianata Castelletto
Castelletto - panorama Genova

Nelle vicinanze di San Lorenzo, l’artista individua anche la Torre di Maruffo, visibile solo ai più attenti osservatori che, passando dal vicolo di Canneto in Lungo si ricordano di alzare lo sguardo. 

Assai più conosciuta è invece Torre Embriaci, la più nota e antica delle torri private, eretta dalla famiglia omonima come simbolo di potere, che sorge con i suoi 41 metri di altezza, addossata al palazzo Brignole Sale del XVI sec.

In posizione più elevata e adiacente all’odierno complesso della Facoltà di Architettura, è ancora visibile il campanile di San Silvestro, unico superstite dell’omonimo monastero che fu raso al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale.

In lontananza è possibile anche scorgere altri due campanili: quello di Santa Maria di Castello, è uno dei più antichi luoghi di culto cristiano di Genova ed una delle più integre e suggestive architetture romaniche della città e quello di Santa Maria in Passione, antico complesso religioso completamente distrutto durante la seconda guerra mondiale e mai più ricostruito.

i staglia imponente e centrale anche il campanile gotico della Basilica di Santa Maria delle Vigne, costruito nel 1147 e situato al centro di una zona anticamente coltivata a vigneti.

Sull’estrema destra, infine, individuiamo le vicinissime chiese di San Giorgio e San Torpete, entrambi muniti di cupola e che fanno della piccola piazza in cui si affacciano un particolarissimo spazio aperto fra i caruggi.

Dettagli & Rimandi

Campanile
di San Silvestro

Il monastero di San Silvestro è stato raso al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale. Dagli anni ’60 in poi una campagna di scavi ha portato alla luce reperti che documentano la storia di questo sito dal VI secolo a.C. fino al XV:  il primo nucleo abitativo fortificato della città abbandonato in epoca romana; le fondamenta del Castello del vescovo (X-XI secolo) con torri e mastio devastati più volte dal fuoco; i muri di fondazione della prima Chiesa di San Silvestro, 1160 ca.

Cattedrale
di San Lorenzo

Ut gravida enim tellus, non tincidunt purus blandit at. Nam elementum purus augue, id aliquet tellus lobortis sit amet. Mauris consequat tortor est, sit amet fringilla nunc vehicula ac. Sed dictum dui leo, et facilisis lacus tempus nec. Vestibulum a risus diam. Duis varius venenatis urna, a ornare elit ultrices non. Integer vulputate imperdiet ornare. Morbi posuere tortor enim, sit amet vestibulum eros aliquet id. Nunc ut enim bibendum ante convallis bibendum vel ornare est. 

Torre
Maruffo

Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas. Cras quis arcu nec ipsum imperdiet efficitur in vitae odio. Vestibulum sit amet felis ut dui elementum varius. Aenean felis purus, auctor id risus non, rhoncus scelerisque sapien. Nunc nulla justo, pellentesque quis dapibus id, pharetra a risus. Phasellus tempor libero eget felis hendrerit gravida. Ut a lacinia urna. Integer non interdum urna.

Campanile
di San Silvestro

Il monastero di San Silvestro è stato raso al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale. Dagli anni ’60 in poi una campagna di scavi ha portato alla luce reperti che documentano la storia di questo sito dal VI secolo a.C. fino al XV:  il primo nucleo abitativo fortificato della città abbandonato in epoca romana; le fondamenta del Castello del vescovo (X-XI secolo) con torri e mastio devastati più volte dal fuoco; i muri di fondazione della prima Chiesa di San Silvestro, 1160 ca.

Cattedrale
di San Lorenzo

Ut gravida enim tellus, non tincidunt purus blandit at. Nam elementum purus augue, id aliquet tellus lobortis sit amet. Mauris consequat tortor est, sit amet fringilla nunc vehicula ac. Sed dictum dui leo, et facilisis lacus tempus nec. Vestibulum a risus diam. Duis varius venenatis urna, a ornare elit ultrices non. Integer vulputate imperdiet ornare. Morbi posuere tortor enim, sit amet vestibulum eros aliquet id. Nunc ut enim bibendum ante convallis bibendum vel ornare est. 

Torre Maruffo

Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas. Cras quis arcu nec ipsum imperdiet efficitur in vitae odio. Vestibulum sit amet felis ut dui elementum varius. Aenean felis purus, auctor id risus non, rhoncus scelerisque sapien. Nunc nulla justo, pellentesque quis dapibus id, pharetra a risus. Phasellus tempor libero eget felis hendrerit gravida. Ut a lacinia urna. Integer non interdum urna.

L'opera

Titolo: Genova – Panorama da spianata Castelletto
Tecnica: Pennino a china su carta acquerello Artistico Fabriano

GMI-301 - Genova - Panorama da spianata Castelletto - Guidomichele Iagulli

SHOP

  • stampa artistica
  • su carta EPSON Watercolor da 192 gr
  • nei formati A5 / A4 / A3

L'artista

Guidomichele Iagulli

Disegnare per benessere

Diplomato al Liceo Artistico di Savona, da anni un convinto sostenitore della pratica del disegno come momento di felicità e benessere.

Divulgatore del metodo B.Edwards, insegnante di disegno, urban sketcher, acquerellista, illustratore, graphic designer.

Co-fondatore il gruppo Urban Sketchers Liguria.

© 2019 RCD Service s.r.l. , Via Granello 1/2, 16121 Genova – P.I. 01795160991